Ristrutturare casa: cosa sapere prima di iniziare? Guida semplice 2022

01/04/22

Se stai pensando di acquistare una casa da ristrutturare o hai deciso di rinnovare la tua, probabilmente ti starai domandando da dove partire e come fare per risparmiare su costi e tempi per ottenere il risultato desiderato. Dalle demolizioni agli impianti, dalle pratiche burocratiche agli incentivi fiscali: vediamo tutto quello che è necessario sapere prima di iniziare a ristrutturare casa e come organizzare i lavori tenendo conto delle tempistiche e delle scelte da fare per prime.

Segui la nostra mini guida per scoprire quali sono gli aspetti principali da tenere in considerazione per non incorrere in problematiche che potrebbero rivelarsi poco piacevoli.

In particolare approfondiremo:

ristrutturare-casa-idee-2

Cosa sapere prima di ristrutturare casa

Ristrutturare casa genera non pochi dubbi: a chi rivolgersi e come procedere? È possibile detrarre le spese sostenute sulla denuncia dei redditi e usufruire dei bonus fiscali?

Per essere sicuri di essere a norma prima di intraprendere qualsiasi lavoro in casa è bene conoscere quali sono gli obblighi di legge da rispettare e quali sono gli eventuali adempimenti burocratici.

Quali permessi per ristrutturare casa?

Per rispondere a tutti questi dubbi puoi affidarti ad un professionista o rivolgerti all’ufficio tecnico dedicato all’edilizia privata del Comune dove è situato l’immobile da ristrutturare.

In termini generali, si può dire che:

  • Per gli interventi di manutenzione ordinaria relativi, ad esempio, alla sostituzione o alla riparazione di finiture già esistenti non è necessario alcun tipo di permesso;
  • Per i lavori di manutenzione straordinaria leggera, ossia spostamenti di muri non portanti, frazionamento di unità immobiliari, purché non modifichi il volume totale e la destinazione d’uso, dovrai richiedere la Cila (Comunicazione Inizio Lavori Asseverata);
  • Per gli interventi di manutenzione straordinaria su parti strutturali portanti dell’edificio, come ad esempio l’abbattimento di travi e solai o il rifacimento del tetto, è necessario richiedere il permesso di costruire o Scia (Segnalazione Certificata di Inizio Attività).

Ottenute le informazioni preliminari, prima di eseguire i lavori è bene valutare quali interventi ci sono da fare e la loro entità. È sufficiente apportare qualche piccolo cambiamento o l’abitazione è interamente da ristrutturare?

Opere come la tinteggiatura delle pareti o la sostituzione dei pavimenti, infatti, non prevedono la richiesta di permessi comunali né necessariamente la presenza di un professionista come un architetto o un geometra.

quanto costa ristrutturare casa vecchia

A chi rivolgersi per ristrutturare casa?

Se gli interventi sono più impegnativi, allora è preferibile rivolgersi ad un tecnico o specialista. Questo soprattutto quando si ha intenzione di rinnovare vecchi impianti o demolire e ricostruire alcune delle pareti.

Un esperto, infatti, sarà in grado di aiutarti ad organizzare tutte le fasi dei lavori, dall’organizzazione degli spazi alla domanda per le agevolazioni, dalla richiesta di preventivi al controllo dei costi e dei prezzi proposti dalle imprese edili fino alla supervisione dei lavori.

Inoltre, potresti optare per una ristrutturazione completa o parziale della tua abitazione.

In entrambi i casi la prima cosa da fare è stabilire un budget al quale attenerti.

Quali sono le fasi di una ristrutturazione?

Gli step per ristrutturare casa saranno diversi in base alla tipologia dei lavori che intendi intraprendere, così come i professionisti coinvolti e i costi da prevedere.

Vediamo in linea generale quali sono le principali fasi della ristrutturazione.

Cosa sapere prima di ristrutturare casa

Le fasi iniziali: cosa fare prima di iniziare a ristrutturare casa

Prima di entrare nella vera e propria fase iniziale della ristrutturazione di casa è bene chiarire alcuni aspetti per fare in modo che i lavori partano e procedano senza ostacoli.

Vediamoli nel dettaglio:

  1. Identificare la tipologia alla quale appartiene il lavoro. Ad esempio gli interventi da fare riguardano la manutenzione ordinaria o straordinaria? Sono lavori strutturali o di riqualificazione energetica?
  2. Stabilire un budget di spesa valutando la possibilità di beneficiare delle detrazioni fiscali e prevedendo un 10% di spese extra per gli imprevisti.
  3. Verificare l’iter burocratico da seguire, ossia quali sono i permessi da richiedere al Comune e la relativa tempistica.
  4. Individuare un progettista abilitato (geometra, ingegnere, architetto) al quale affidare la progettazione e la relativa pratica edilizia.
  5. Identificare almeno tre aziende o liberi professionisti ai quali chiedere il preventivo dei costi da sostenere.
  6. Scegliere a chi affidare i lavori valutando referenze, costi e tempi di consegna.

Una volta individuato il progettista e l’impresa potrai valutare con loro l’acquisto di forniture e materiali, dopodiché è possibile passare alla fase successiva.

Dal progetto ai lavori di ristrutturazione: quali sono gli step da seguire

Dopo aver definito il progetto di ristrutturazione di casa si passa alla fase operativa, composta generalmente degli step seguenti:

  1. Preparare il cantiere rispettando le regole del settore e, in questo particolare momento storico, le misure per il contenimento da Covid-19.
  2. Demolire muri e pavimenti preoccupandosi del corretto smaltimento delle macerie.
  3. Rimuovere i vecchi impianti. Qualora i lavori vengano effettuati in un appartamento occorre il consenso condominiale per lavorare sul circuito idraulico e del riscaldamento.
  4. Creare e isolare i nuovi muri e posare il massetto porta impianti;
  5. Realizzare i nuovi impianti (termico, elettrico ed idraulico).
  6. Rimuovere i vecchi infissi e installare le nuove finestre.

Ovviamente le fasi necessarie per i lavori variano in base agli interventi da effettuare. Tuttavia, l’importante è far in modo che la ristrutturazione segua un processo realizzativo logico, coerente e rapido. In un altro nostro articolo abbiamo raccolto alcune interessanti idee per ristrutturare casa.

ristrutturare casa

Incentivi e bonus ristrutturazione casa

Prima di iniziare a ristrutturare casa valuta sempre la possibilità di beneficiare delle detrazioni fiscali e delle agevolazioni previste dalla Legge di Bilancio 2022

Per il 2022, ad esempio, è stato confermato il bonus ristrutturazione che prevede la detrazione Irpef del 50% per i lavori di recupero edilizio nel limite massimo di spesa di 96mila euro per ogni unità immobiliare. Rientrano nell’incentivo gli interventi di:

  • Manutenzione ordinaria e straordinaria
  • Restauro e risanamento conservativo
  • Ristrutturazione edilizia

Inoltre, la Legge di Bilancio include tutta una serie di agevolazioni fiscali che potrebbero esserti utili, vediamoli di seguito.

Bonus per ristrutturare casa

Quali sono i bonus utili per ristrutturare casa?

  • L’ecobonus

L'Ecobonus prevede una detrazione pari al 50% per lavori finalizzati al risparmio energetico.

  • Il bonus verde

Il bonus verde consiste in una detrazione fiscale pari al 36% per le spese sostenute fino al 2024 per interventi di sistemazione del verde di aree scoperte private di edifici esistenti. In queste ultime sono comprese le pertinenze, le recinzioni, gli impianti di irrigazione, la realizzazione di pozzi, le coperture a verde e i giardini pensili.

  • Il bonus facciate

Il bonus facciate consiste in una detrazione pari al 60% per le spese sostenute nel 2022 per interventi finalizzati al recupero o restauro della facciata degli edifici esistenti ubicati in determinate zone. Tra questi sono compresi i lavori di sola pulitura o tinteggiatura esterna.

  • Il Superbonus

Il Superbonus prevede un’agevolazione al 110% fino al 2022 per tutti gli interventi di: efficienza energetica, misure antisismiche, installazione di impianti fotovoltaici o delle infrastrutture per la ricarica di veicoli elettrici negli edifici, per la coibentazione del tetto e l’eliminazione delle barriere architettoniche.

  • Il bonus idrico

Il bonus idrico è pari a 1000 euro ed è valido per le spese sostenute per la fornitura e la posa in opera di vasi sanitari in ceramica e l’installazione di rubinetteria e miscelatori per bagno e cucina di abitazioni private.

  • Il Sismabonus

Il sismabonus è la detrazione alla quale hai diritto se effettui i lavori per mettere in sicurezza la tua casa qualora fosse ubicata nelle zone a rischio sismico 1, 2 e 3.

Infine, per chi vuole ristrutturare casa è stato confermato per tutto il 2022 anche il bonus mobili. Si tratta di una detrazione Irpef al 50% per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici di classe non inferiore alla A+ (A o superiore per i forni e lavasciuga).

Quanto costa ristrutturare casa?

Le variabili che incidono sui costi di una ristrutturazione sono davvero tante. Tuttavia, in media per ristrutturare casa potresti spendere dai € 500 ai € 1.100 al metro quadro. Questo varia in base al contesto geografico e alla qualità attesa.

Ovviamente, se vuoi sapere nel dettaglio quanto può costare la ristrutturazione di una casa e quindi per quantificare con precisione le varie voci di spesa, avrai bisogno di:

  • un computo metrico;
  • organizzare un sopralluogo con dei tecnici.

I fattori che incidono sul costo ristrutturazione casa e cioè sul calcolo delle spese da sostenere, infatti, possono essere innumerevoli.

Basta sostituire un elemento nella planimetria o scegliere una finitura diversa per far lievitare i costi in maniera esponenziale.

Cerchi aiuto per capire come muoverti prima di ristrutturare casa?

Contattaci, e trova gli specialisti della ristrutturazione più vicini a te: ti sapremo consigliare i migliori prodotti professionali per ristrutturare la tua casa in modo moderno, sicuro ed eco sostenibile.

Richiedi informazioni:

"*" indica i campi obbligatori

Consenso*
Consenso Marketing

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

ISCRIVITI
MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 725.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram