Come pulire un pavimento vinilico: guida e consigli

29/07/22

La pulizia di un pavimento vinilico è molto facile da eseguire e questo è uno dei motivi per cui si sta affermando sempre di più. 

Si tratta di un rivestimento pratico, versatile e resistente che trova oggi impiego non solo nei luoghi commerciali ma anche nelle abitazioni.

Quando si tratta del pavimento per la propria casa, la scelta del materiale giusto per il rivestimento è fondamentale. Ogni materiale ha, infatti, pregi e difetti che lo rendono preferibile in determinate situazioni o assolutamente sbagliato in altre.

Soprattutto nel caso di una ristrutturazione però, negli ultimi tempi, il pavimento vinilico ha preso sempre più piede, diventando una delle prime scelte per molte persone. I motivi, come vedremo, sono molti ma uno fra tutti è che si tratta di una soluzione pratica, veloce da pulire, semplice da installare e, per questo, più economica.

Ad oggi esistono in commercio diversi pavimenti vinilici tra cui scegliere e proprio da questa distinzione cominceremo questo articolo, per poi addentrarci nello specifico sui consigli per pulirlo al meglio e farlo durare il più a lungo possibile.

Quali sono i pavimenti vinilici?

Quando si fa riferimento ai pavimenti in vinile oggi ci si riferisce a differenti tipologie, ma tutte con una base di materiale vinilico

La varietà a disposizione è un'ulteriore prova di quanto sia diffuso e apprezzato come materiale per il pavimento, soprattutto negli ultimi anni.

Possiamo, quindi, fare una prima distinzione tra i pavimenti vinilici:

  • Pavimento vinilico omogeneo – Si tratta di un prodotto formato da uno strato unico di materiale PVC a cui vengono aggiunti in produzione plastificanti, coloranti e stabilizzanti. Venduto in rotoli o piastrelle, ha uno spessore di circa 2 mm ed è posato solitamente in luoghi sottoposti a calpestio.
  • Pavimento vinilico eterogeneo – Si tratta di un prodotto costituito da più strati di materiali diversi, uniti tra loro tramite calandratura (pavimento di vecchia generazione) o pressatura (pavimento di nuova generazione).

Un altro aspetto su cui si distinguono è la modalità di posa:

  • Pavimento in vinile flottante – In questa modalità, i listoni rigidi del pavimento vinilico si fissano facilmente tra loro tramite incastro a click, rendendo la posa veloce e realizzabile in autonomia. Lo spessore ridotto, inoltre, non comporta interventi su porte e finestre.
  • Pavimento in vinile adesivo – Questa modalità di posa, invece, è più tipica nel pavimento vinilico flessibile. Le lastre o piastrelle sono preincollate e si applicano sopra il pavimento preesistente.

I vantaggi di scegliere un pavimento in vinile

I pavimenti vinilici di ultima generazione, cioè i pavimenti LVT (luxury vynil tile) e SPC (solid polymer core), offrono una serie di vantaggi non trascurabili per una abitazione privata. 

Vediamo i principali per ciascuna categoria.

1. Sicurezza

Per quanto riguarda la sicurezza, un pavimento vinilico di qualità è:

  • Esente dall’emissione di formaldeide e VOC
  • Antistatico
  • Antiscivolo
  • Igienico e antibatterico 
  • Resistente al fuoco
  • Fonoassorbente 

2. Comfort 

Parlando di comfort abitativo e qualità, un pavimento in vinile è:

  • Caldo al tatto
  • Adatto a tutte le tipologie di ambiente e di contesto d’arredo
  • Resistente all’usura, all’acqua e al fuoco
  • Di elevato livello estetico, grazie all’alta definizione dei decori, delle finiture e dei colori

3. Praticità 

Dal punto di vista della praticità, infine, i pavimenti vinilici garantiscono:

  • Semplicità e rapidità di installazione
  • Rapporto qualità-prezzo elevato
  • Compatibilità con il riscaldamento a pavimento
  • Idoneità per una ristrutturazione veloce
  • Facilità di pulizia 

Come pulire e riparare i pavimenti vinilici: la guida

Un pavimento vinilico di qualità ha una durata di circa 25 anni, e per farlo durare così a lungo non è necessaria nessuna grande opera di manutenzione se non una pulizia corretta e adeguata. 

È proprio per la sua facilità di manutenzione, infatti, che il pavimento in vinile è utilizzato in posti come uffici, supermercati, ospedali e tutti quei luoghi ad alta frequenza. 

Vediamo, quindi, come devi pulire un pavimento vinilico e come puoi risolvere i problemi più ostici che nel tempo possono presentarsi. 

Pulizia quotidiana

Nel quotidiano, la pulizia di un pavimento vinilico è quanto di più semplice possa esserci: solitamente, infatti, è sufficiente rimuovere la polvere per evitare che sedimenti e dia origine a sporco o macchie

Utilizza, quindi, alternativamente:

  • Un aspirapolvere senza battitappeto 
  • Una scopa con setole morbide per non graffiare la superficie vinilica
  • Un panno antistatico

Lavare il pavimento in vinile

Per quanto riguarda la pulizia più profonda, consigliamo di lavare il pavimento in vinile circa una volta a settimana, fermo restando che eventuali macchie vanno sempre rimosse immediatamente. 

Come dicevamo, nella routine di pulizia ordinaria, lavare il pavimento vinilico prevede questi passaggi:

  1. Come detergente, è sufficiente dell’acqua oppure una soluzione di acqua e detersivo neutro
  2. Utilizza un panno in microfibra inumidito e ben strizzato
  3. Passalo su tutta la superficie in senso longitudinale rispetto alla direzione delle lastre del pavimento
  4. Risciacqua avendo cura di non lasciare ristagni d’acqua

Come non rovinare il rivestimento vinilico

Come hai visto, la pulizia di un pavimento in vinile è estremamente semplice ma ci sono delle situazioni assolutamente da evitare per non rovinarlo, anche irrimediabilmente:

  • Evitare prodotti per la pulizia a base di agenti chimici aggressivi come ammoniaca, candeggina o solventi
  • Evitare di utilizzare strumenti abrasivi per rimuovere macchie o scope con setole dure per pulire
  • Evitare i ristagni d’acqua o liquidi (che vanno, quindi, immediatamente rimossi) così come l’acqua bollente o strumenti di pulizia a vapore ad alte temperature
  • Usare tappetini e feltrini per le sedie e i tavoli che non siano di gomma poiché causa macchie al pavimento vinilico

Come eliminare graffi o macchie ostinate

Abbiamo detto che il pavimento vinilico dura molto a lungo e negli anni, per quanta attenzione puoi porre, può succedere di causare graffi o di dover rimuovere macchie particolarmente ostinate, come vernice, smalto, inchiostro ecc..

Per quanto riguarda i piccoli graffi superficiali, con una pulizia profonda spesso diventano invisibili poiché è lo sporco a evidenziare la visibilità. 

I migliori produttori di pavimenti vinilici, inoltre, mettono a disposizione kit di riparazione a base di cera che permettono di nascondere anche i graffi più evidenti.

Le macchie, invece, saranno sicuramente più facili da rimuovere se trattate subito

Se questo non fosse possibile, dovrai cominciare a pulire la macchia strofinando dall’esterno verso l’interno, utilizzando sempre un panno non abrasivo e un solvente specifico in base al tipo di macchia. 

Una volta rimossa, risciacquare la superficie con un panno e acqua puliti.  

Scegli il Gruppo Made per mantenere la bellezza del tuo pavimento vinilico

Come hai letto fin qui, uno dei motivi per cui i pavimenti vinilici si sono imposti come tra i migliori per l’uso abitativo è la facilità di pulizia e manutenzione

La loro installazione, inoltre, è semplice e veloce, garantendo al contempo risultati ottimi dal punto di vista estetico. Per questi motivi, presso i punti vendita del Gruppo Made troverai una vasta gamma di pavimenti in vinile e i migliori prodotti per la loro pulizia. I nostri esperti saranno, inoltre, pronti per risolvere i tuoi dubbi e indicarti sempre il prodotto giusto.

Richiedi informazioni:

"*" indica i campi obbligatori

Consenso*
Consenso Marketing

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

ISCRIVITI
MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 725.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram