Costruzioni, Aumentano i Fallimenti

18/02/13

Non si arresta la crescita del numero di imprese edili in forti difficoltà. Fra le principali cause, l’insostenibile ritardo dei pagamenti della Pubblica amministrazione.

La Direzione Affari Economici e Centro Studi dell’Ance (Associazione nazionale costruttori edili) ha recentemente diramato un comunicato che sottolinea la crescita dei fallimenti e dei protesti delle imprese edili, un esplicito indicatore della difficoltà che sta vivendo il settore delle costruzioni.

Il riferimento è ai dati diffusi da Cerved Group: le imprese entrate in procedura fallimentare sono passate dalle 2.216 del 2009 alle 2.776 nel 2011, con un incremento del 25,3%. Rispetto ai fallimenti dei vari settori economici, le imprese edili rappresentano quindi il 23% del totale, nel triennio 2009/2011.

Nel 2012 le cose non sono andate meglio. Nei primi 9 mesi, infatti, si è purtroppo registrato un incremento del 6,1% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Questi dati portano a un preoccupante risultato totale: dall’inizio del 2009 al mese di settembre 2012 sono state circa 9.500 le imprese entrate in procedura fallimentare.

Cattive notizie anche per quanto attiene ai protesti. Sempre secondo i dati Cerved Group, tra luglio e settembre 2012, sono più di 5.000 le società di costruzioni con almeno un protesto, in aumento del 14% su base annua (già +12,5% nel primo trimestre 2012 e + 17% nei tre mesi successivi su base annua). Nelle costruzioni le società protestate nel trimestre considerato rappresentano il 23% delle 22.000 rilevate in tutti i settori economici.

Secondo l’Ance, “Il problema sempre più diffuso dei ritardati pagamenti dei lavori da parte della Pubblica amministrazione e il razionamento del credito da parte delle banche al settore delle costruzioni contribuiscono in modo rilevante a inasprire le situazioni di criticità nel settore”. Una indagine rapida dell’Associazione presso le imprese
associate, effettuata nel mese di ottobre 2012, ha evidenziato che le imprese che realizzano lavori pubblici sono pagate dalla Pubblica amministrazione dopo 8 mesi e le punte di ritardo superano ampiamente i 24 mesi.

[divider]
[space height="20"]

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 710.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram