Come posare le piastrelle di grandi formati? Step da seguire e consigli di posa

09/05/22

Le piastrelle di grandi formati si caratterizzano per l’ampia scelta di colori e finiture e per un appeal contemporaneo che dona carattere alla casa. I grandi formati richiedono però anche una certa attenzione nella posa. 

Vediamo allora come posare le piastrelle in grandi formati senza commettere errori.

Che si tratti di un rivestimento a parete o di una pavimentazione, la posa rappresenta almeno metà dell’opera, se non di più. 

Sappiamo, infatti, che un pavimento posato male porta diversi problemi sia nell’immediato che sul lungo periodo, senza contare la spesa economica da affrontare per smantellare e ripristinare le piastrelle a regola d’arte.

L’installazione merita, dunque, la stessa attenzione impiegata nella scelta del prodotto, a maggior ragione se hai deciso di posare le “maxi piastrelle”, un formato di gran tendenza negli ultimi anni soprattutto nei contesti d’arredo moderni.  

In questo articolo vedremo come posare le piastrelle in grandi formati, in particolare:

Come si posano le piastrelle grandi formati: 5 step

Prima di vedere i vari step per la posa delle piastrelle formato extra, diamo un’occhiata al materiale e agli utensili di cui avrai bisogno.

Materiali:

  • Piastrelle di grande formato
  • Distanziatori
  • Colla cementizia
  • Aggrappante
  • Stucco cementizio
  • Detergente specifico

Attrezzi

  • Stadia
  • Matita
  • Livella
  • Squadra
  • Secchio
  • Cazzuola
  • Spatola dentata
  • Frattone in gomma
  • Spugna
  • Rullo 
  • Ventose
  • Battipiastrelle
  • Punta per incidere
  • Tenaglia per piastrelle
  • Tagliapiastrelle elettrico
  • Smerigliatrice angolare

Vediamo ora come posare le piastrelle di grandi formati seguendo i 5 passaggi fondamentali.

1. Preparare il supporto

Prima di tutto occorre preparare il supporto, facendo in modo che sia:

  • Perfettamente pulito
  • Perfettamente piano e stabile

Per la pulizia basta eliminare tutti i residui di polvere e di sporcizia usando un aspiratore (se necessario) e un detergente sgrassante specifico.

Per verificare la planarità della superficie ti servirà la stadia: tieni conto che la tolleranza massima consentita si aggira intorno a 1,5 mm; oltre questo limite sarà necessario rimettere in piano il supporto.

Se il pavimento è molto poroso bisognerà poi applicare, con l’apposito rullo, un prodotto aggrappante, lasciandolo asciugare secondo i tempi indicati sulla confezione.

Vuoi un trucchetto per capire il livello di porosità del fondo? Lascia cadere a terra una goccia d’acqua: se si assorbe in meno di un minuto siamo in presenza di un supporto poroso.

2. Prendere i punti di riferimento

Tra il primo step (la preparazione del fondo) e il terzo step (la posa delle piastrelle), c’è un passaggio intermedio, una sorta di prova generale, che serve a tracciare i punti di riferimento e a pianificare la posa stessa.

Guai a trascurare questo step: eseguirlo correttamente ci aiuta a non commettere errori durante la posa vera e propria.

Un’importante premessa: per movimentare in sicurezza le piastrelle in maxi formati utilizzare apposite ventose.

Vediamo ora come procedere per definire i punti di riferimento:

  1. Tracciare una linea dal centro della porta d’entrata fino alla parete opposta della stanza: questo serve a evitare di ritrovarsi con piastrelle tagliate proprio al centro della stanza.
  2. Centrando la prima piastrella, posare una fila di piastrelle intere senza incollarle e usando i distanziatori per simulare la larghezza delle fughe.
  3. Dopo aver tolto le ventose, controllare l’allineamento delle piastrelle con la stadia.
  4. Partendo dal bordo dell’ultima piastrella posata, tracciare una seconda linea perpendicolare alla prima: è questo il punto da cui iniziare la posa.

Terminata la prova si entra nel vivo dell’operazione: siamo pronti per vedere come posare le piastrelle di grandi formati.

3. Posare le piastrelle 

Per la posa delle piastrelle avrai bisogno di una colla cementizia di nuova generazione che supporti il peso dei grandi formati e di una spatola che abbia sia una parte liscia per stendere la colla, sia un lato dentato per compattare lo spessore.

Ecco come procedere:

  1. Sollevare la piastrella con le ventose e stendere uno strato sottile di colla sul retro utilizzando la cazzuola oppure la spatola dentata che previene la formazione di bolle. Puoi anche usare un battipiastrelle per facilitare l’adesione.
  2. Applicare una prima fila di piastrelle rispettando i punti di riferimento presi e distanziando le piastrelle di circa 3 mm con gli appositi distanziatori. Lo spazio tra una piastrella e l’altra altro non è che la fuga, e sarà riempito con lo stucco, come vedremo nei prossimi passaggi. La fuga rappresenta una sorta di scappatoia utilizzata per compensare eventuali imprecisioni durante la posa.
  3. Procedi nello stesso modo anche per le file successive.
  4. Per ogni fila completata, assicurati che la superficie sia piana usando la livella e, se necessario, correggi il tiro. Inoltre, assicurati di rimuovere subito con una spugna le tracce di colla dalle piastrelle.

Se tutto è stato eseguito a regola d’arte, dovresti ritrovarti ad avere lungo la parete iniziale uno spazio corrispondente alle dimensioni della piastrella più la fuga di 3 mm, e nella parete opposta uno spazio variabile in cui dovrai posare le piastrelle tagliate.

4. Eseguire i tagli

Per il taglio delle piastrelle puoi avvalerti di un tagliapiastrelle a rotella, costituito da una base in metallo e da una guida in cui scorre una leva dotata di rotella.

Per tagli sagomati che non interessano tutta la larghezza o lunghezza della piastrella, o per angoli e sagomature diverse, puoi utilizzare la pinza tagliapiastrelle: dopo averla incisa con la rotella, la piastrella si inserisce tra le due ganasce angolate di cui è dotata, e poi si fa leva per tagliare la parte che interessa.

5. Stuccare le fughe

Eccoci arrivati all’ultimo step: l’applicazione dello stucco per piastrelle.

Per far entrare in profondità lo stucco cementizio nelle fughe puoi aiutarti con il frattone in gomma. Con lo stesso frattone rimuovi le eccedenze passandolo in diagonale rispetto alle fughe.

Lascia asciugare per il tempo indicato dal produttore e poi pulisci con una spugna umida imbevuta di un detergente specifico per piastrelle e, infine, asciuga con stracci puliti.

Posare le piastrelle grandi: affidati agli esperti

In questo articolo abbiamo visto come posare le piastrelle in grandi formati a regola d’arte seguendo i 5 passaggi fondamentali

Considerato il peso delle piastrelle è importante essere almeno in due durante la posa e utilizzare sempre le ventose per spostare le piastrelle.

Che siano le piastrelle grandi formati per bagno o le piastrelle grandi formati per cucina, la posa è fondamentale e andrebbe sempre affidata agli esperti del settore, evitando più possibile improvvisazioni e fai da te.

Richiedi informazioni:

"*" indica i campi obbligatori

Consenso*
Consenso Marketing

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

ISCRIVITI
MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 710.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram