Meno Burocrazia, Più Ecologia

02/04/13

Una circolare del ministero sta per riattivare la tracciabilità dei rifiuti pericolosi. Le nuove scadenze fissate da un apposito decreto

Dal sito Internet di Federcomated – Federazione Nazionale Commercianti Materiali Edili è apparsa recentemente una notizia che riguarda lo smaltimento dei rifiuti pericolosi: “Sul sito istituzionale del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – si legge nella notizia - è stato pubblicato un comunicato ufficiale che informa di un imminente decreto del ministro Clini con il quale verrà riattivato il sistema di tracciabilità dei rifiuti speciali e pericolosi dal 1° ottobre 2013 per i produttori di rifiuti pericolosi con più di dieci dipendenti e per gli enti e le imprese che gestiscono rifiuti pericolosi, mentre per tutte le altre imprese l’avvio del sistema è fissato per il 3 marzo 2014. Il pagamento dei contributi di iscrizione al sistema resterà sospeso per tutto il 2013.

Nel comunicato si ribadisce la volontà di utilizzare i sei mesi preparatori prima dell’avvio per i produttori di rifiuti pericolosi per consolidare la collaborazione con le imprese coinvolte e per eliminare le pesantezze burocratiche e amministrative che sono state avvertite come un limite del progetto. In particolare è prevista una specifica calendarizzazione:

dal 30 aprile saranno avviate, per concludersi entro il 30 settembre, le procedure di verifica per l’aggiornamento dei dati delle imprese per le quali il sistema partirà ad ottobre;
dal 30 settembre al 28 febbraio 2014 sarà effettuata analoga verifica per tutte le altre imprese.

Le imprese che trattano rifiuti non pericolosi potranno comunque utilizzare il Sistri, su base volontaria, dal 1 ottobre prossimo”.

Il problema dello smaltimento dei rifiuti ormai da anni sta coinvolgendo anche le rivendite edili. Dai materiali di risulta agli inerti (molti dei quali riciclabili) ai materiali plastici delle confezioni di prodotti in sacchi, e così via, una grande varietà di prodotti fortemente inquinanti transita nei magazzini edili. Molti rivenditori hanno già iniziato una raccolta differenziata come servizio riservato ai loro clienti, ma molto certamente c’è ancora da fare.

[divider]

[space height="20"]

 

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 710.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram