Guaina per tetti in legno: come scegliere la soluzione per l'impermeabilizzazione

10/01/22

Per mantenere inalterata nel tempo la propria funzionalità e capacità di isolamento termoacustico, la copertura in legno richiede una serie di interventi manutentivi e conservativi, a cominciare dall’impermeabilizzazione con guaina per tetti in legno. 

Se per impermeabilizzare le classiche coperture con tegole o calcestruzzo vengono usate guaine bituminose a fiamma, per il legno è necessario utilizzare membrane che non necessitano del fuoco per aderire alla copertura. 

Quale guaina per tetti in legno offre migliori garanzie in termini di durata e performance? Scopriamolo!

Un tetto ben coibentato e adeguatamente impermeabilizzato assicura il mantenimento di un buon equilibrio termo-igrometrico: ciò significa minimizzare i rischi di formazione di umidità, condensa e muffa nei mesi freddi e di surriscaldamento durante i mesi più caldi.

Oltre al miglioramento del comfort domestico e della salubrità dell’aria, il corretto isolamento termico del tetto consente di mantenere la temperatura ideale in casa in ogni stagione dell’anno.

Questo determina un considerevole risparmio energetico, perché non rende necessario tenere accesi a pieno regime i sistemi di riscaldamento e raffreddamento.

Il settore edilizio offre diverse soluzioni in grado di garantire eccellenti performance di impermeabilizzazione ed isolamento termico del tetto, e in base al materiale e alle caratteristiche della copertura sarà necessario utilizzare un determinato tipo di guaina impermeabilizzante.

In questo articolo vedremo in particolare che tipo di guaina utilizzare per le coperture in legno e quali caratteristiche deve avere la guaina per tetti in legno per risultare efficace e resistente alle infiltrazioni di acqua e umidità.

In particolare, vedremo:

Iniziamo! 

Costruzione Tetto in legno

Come impermeabilizzare un tetto in legno?

La guaina impermeabilizzante è uno dei principali strumenti per proteggere le superfici esterne dell’edificio – tetti, terrazzi, balconi, davanzali, muri – dall’azione costante e aggressiva degli agenti atmosferici.

La guaina per tetti, dalla consistenza simile a quella di un gel, serve a formare sulla superficie uno strato protettivo che contrasta efficacemente la penetrazione dell’acqua piovana, il gelo, l’umidità e i raggi UV, salvaguardando i locali sottostanti e, in generale, la buona tenuta della struttura abitativa.

Se l’impermeabilizzazione con guaina è fondamentale per qualunque copertura, per quella in legno è praticamente obbligatoria, dal momento che il legno - materiale “vivo” e poroso - è molto più delicato di altri comunemente utilizzati.

Per proteggere un tetto in legno è, dunque, necessario adottare qualche accortezza in più.

Di contro, c’è da dire che la soluzione del tetto in legno è una delle più scelte e amate in architettura. Oltre ad avere un fascino intramontabile, il legno è 100% naturale, garantisce un’ottima stabilità e vanta eccellenti parametri di isolamento termico e acustico.

Come già osservato, a differenza delle coperture in metallo o in cemento, per impermeabilizzare i tetti in legno non è possibile utilizzare la saldatura a fiamma della guaina, ma è necessario utilizzare dei sistemi applicativi specifici e apportare dei particolari accorgimenti prima di lavorare sulla superficie.

Vediamo allora come impermeabilizzare un tetto in legno, ossia quali prodotti e tecniche utilizzare per un lavoro sicuro e a regola d’arte.

Resine impermeabilizzanti per tetti in legno

Le resine impermeabilizzanti più indicate per i tetti in legno sono quelle:

  • Acriliche
  • Epossidiche
  • Poliuretaniche

Sono tutte caratterizzate da un elevato grado di impermeabilizzazione e penetrano attraverso la struttura in legno rendendola più rigida: in tal modo, il passaggio dell’acqua viene bloccato. 

Allo stesso tempo, con le resine viene conservata sia l’elasticità del legno (si impermeabilizza senza fratturarsi), sia la traspirabilità, scongiurando la formazione di umidità e muffa.

Affinché le resine svolgano efficacemente il lavoro di impermeabilizzazione, prima dell’applicazione è importante preparare la superficie da resinare, pulendola da qualsiasi residuo di polvere o sostanze grasse che ne potrebbero pregiudicare la perfetta adesione.

Teli impermeabili e traspiranti per tetti

Si tratta di teli protettivi impermeabili e traspiranti che servono a prevenire le infiltrazioni di acqua nel pacchetto isolante e i fenomeni di condensa interstiziale all’interno dell’isolante, impedendo che l’isolante stesso e le strutture in legno si bagnino.

I teli impermeabili vanno applicati sopra l’isolante termico e sigillati perfettamente.

Strati tetto impermeabilizzato

Guaina liquida per legno esterno

La guaina liquida traspirante forma una sorta di manto protettivo isolante sulla superficie, evitando la proliferazione di agenti fungini e muffe.

Il compito della guaina liquida impermeabilizzante per tetti in legno è proprio quello di tenere lontani i principali nemici della salubrità della struttura abitativa - umidità, condensa e muffa – salvaguardando anche la salute delle persone.

La traspirabilità è dovuta alla composizione chimica del prodotto, che permette il passaggio del vapore acqueo (evitando che il vapore stesso si condensi) ma non quello della molecola di acqua.

Come mettere la guaina liquida sul tetto in legno

Il procedimento per la messa in posa delle guaine liquide impermeabilizzanti è facile, veloce e avviene a freddo, senza bisogno di scaldare i materiali. 

Si procede in questo modo:

  1. Pulire accuratamente la superficie da impermeabilizzare
  2. Versare la guaina liquida sul tetto in legno e stenderla tramite rullo o pennello 
  3. Ricoprire con uno strato di fibre di vetro
  4. Attendere 5 o 6 ore affinché il materiale si asciughi completamente 
  5. Passare una seconda mano di guaina

Un paio di suggerimenti per un lavoro a regola d’arte:

  • Preparare l’impasto in quantità moderate, dal momento che può essere lavorato al massimo entro 60–90 minuti da quando è stato amalgamato  
  • Dotarsi di pennelli più piccoli per stendere la guaina liquida nei punti più difficili da raggiungere con il rullo 

Guaina adesiva per tetti in legno

La guaina di tipo autoadesivo, rispetto alle guaine bituminose che prevedono una stesura complessa e a rischio incendi, presenta il vantaggio di un’installazione molto semplice.

Inoltre, le membrane autoadesive si trovano sul mercato in rotoli prefabbricati, già livellati e di uno spessore funzionale all’impermeabilizzazione della copertura in legno.

Tra i principali vantaggi di queste guaine, oltre alla facilità di applicazione, c’è l’elevata resistenza alle trazioni e agli sbalzi di temperatura

Per gli impermeabilizzanti è fondamentale infatti che le membrane assecondino le eventuali dilatazioni dovute alle variazioni caldo-freddo delle superfici su cui vengono applicate.

Guaina impermeabilizzante adesiva

Come mettere la guaina adesiva sul tetto in legno

Per applicare la guaina impermeabilizzante adesiva basta una semplice pressione, senza il coinvolgimento di alcun tipo di fiamma (procedimento a freddo).

Vediamo i vari step per una messa in posa a regola d’arte.

  1. Pulire adeguatamente la superficie su cui posare i rotoli adesivi
  2. Applicare un primer bituminoso per favorire l’aderenza della guaina (opzionale)
  3. Srotolare la guaina
  4. Rimuovere la pellicola sul lato inferiore destinato ad essere incollato sulla copertura in legno
  5. Posizionare la membrana e pressarla, aiutandosi eventualmente con un rullo (è anche possibile fissare le estremità della guaina con chiodi posizionati a distanza regolare oppure aiutandosi con apparecchi ad aria calda senza fiamma)

Come le altre guaine per tetti in legno, anche le membrane autoadesive possono garantire un’impermeabilizzazione efficace e stabile nel tempo solo se si effettua una corretta preparazione del sostrato. 

Prima di applicare la guaina, dunque, è fondamentale rimuovere accuratamente la vecchia impermeabilizzazione e verificare la tenuta dello strato di appoggio sottostante.

Una volta effettuata tale operazione, se lo strato di supporto presenta discontinuità, lesioni o dislivelli è bene procedere con un recupero della superficie per dare coesione e stabilità, così da poter poi stendere l’isolante.

Per la messa in posa di una membrana impermeabilizzante autoadesiva, la superficie sottostante deve essere, infatti, il più possibile piana e senza irregolarità.

Inoltre, per evitare problemi di adesione, è necessario che il legno da impermeabilizzare non sia trattato con vernici o impregnanti: questi materiali potrebbero inficiare la capacità di adesione della guaina, compromettendo l’impermeabilizzazione del tetto.

Come visto, questo tipo di membrana è ideale per impermeabilizzare i tetti in legno, ossia per tutti i casi in cui non sia possibile stendere guaine usando fiamme vive o alte temperature, ma può essere usata efficacemente anche per isolare altre superfici calpestabili, come i terrazzi e i balconi.

Che tipo di guaina usare per tetti in legno? Considerazioni finali

Quando si parla di impermeabilizzare il tetto, le tecniche e i prodotti da utilizzare sono tanti, ma per i tetti in legno le soluzioni che funzionano davvero sono poche.

Sbagliare la scelta della guaina per tetto in legno significa rischiare di danneggiare tutto il pacchetto isolante della copertura.

Allora, come proteggere un tetto in legno? Che tipo di guaina bisogna usare per impermeabilizzare efficacemente i tetti in legno?

Sicuramente non la guaina catramata, un prodotto nato e pensato per l’applicazione sul cemento armato. Inoltre, la carta catramata è una barriera al vapore, dunque molto rischiosa per i tetti in legno.

Data l’infiammabilità del legno, è sconsigliato anche utilizzare le guaine bituminose con posa tramite fiamma libera.

Al loro posto, per i tetti in legno è meglio applicare le resine impermeabilizzanti acriliche, epossidiche o poliuretaniche, le guaine liquide, i teli impermeabili traspiranti e le guaine autoadesive, che si posano con procedimento a freddo (senza fiamma).

Vista l’importanza dell’isolamento e dell’impermeabilizzazione del tetto, il consiglio è quello di evitare più possibile le applicazioni fai da te, ma di rivolgersi esclusivamente ad esperti specializzati in questo tipo di interventi, che possano consigliare le soluzioni più adatte e seguire i clienti in tutte le fasi del lavoro.

Richiedi informazioni:

Consenso*
Consenso

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

ISCRIVITI
MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 710.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram