Expo, i tempi (e i tagli) stringono

22/04/13

expo-2015-ritardo

Mancano poco più di due anni all’inaugurazione di Expo 2015 e siamo in grave ritardo. Fra burocrazia, politica e budget traballanti ci attrezziamo per ospitare 130 paesi del mondo e circa 20 milioni di visitatori

Fra circa 740 giorni si inaugurerà a Milano l’Expo 2015. In questi ultimi anni se ne è parlato molto, all’inizio con la presentazione di fantasmagorici progetti, e via via per ridimensionare gli stessi, ogni volta un po’ di più, a causa della crisi, in primo luogo, ma anche per i ritardi che si stanno accumulando in maniera ormai davvero preoccupante. Come è nella nostra italica tradizione, ora si comincia a correre, i turni di lavoro sono diventati doppi, diventeranno magari tripli, ma dei 1.310 milioni di Euro stanziati dagli enti pubblici, ne mancano all’appello circa 963, e la quota mancante dello stato è di 640. Delle tre linee della metropolitana previste andrà bene se ce ne sarà una attiva e funzionante, i collegamenti stradali sono ancora in alto mare, ma in generale le ambizioni sono state abbondantemente ridimensionate.

Così, mentre 126 paesi del mondo hanno già confermato la loro adesione, sui 130 previsti (quindi la fiducia non manca) per un totale di circa 20 milioni di visitatori, l’azienda Expo non dorme sonni tranquilli, perché deve vigilare giorno e notte a che i contributi previsti, indispensabili per avanzamento dei lavori, non vengano ulteriormente ridotti, e con i tempi che corrono più che una fosca eventualità sembra una drammatica certezza. L’Expo, oltre a questioni di prestigio nazionale, sarebbe anche l’occasione per creare circa 200.000 posti di lavoro. La data fatidica dell’apertura della grande esposizione internazionale è il 1° maggio 2015 (la manifestazione durerà fino al 31 ottobre 2015). Ce la faremo?

[divider]

[space height="20"]

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 710.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram