Come ridurre l'impatto ambientale dell'edilizia puntando ad edifici sostenibili

13/06/22

Bioedilizia, edifici sostenibili e impatto ambientale dell’edilizia sono argomenti e temi sempre più attuali e con cui abbiamo iniziato a familiarizzare. 

Ma cosa significano realmente e come si può fare un edificio sostenibile? Ne parliamo in questo articolo.

Ridurre l’impatto ambientale dell’edilizia progettando edifici sostenibili è la sfida del futuro per il settore delle costruzioni, un futuro delineato da misure introdotte in questo senso sia a livello europeo che nazionale. 

Alla base della possibilità di costruire edifici sostenibili ci sono:

  • Scoperta di nuovi materiali edili
  • Riscoperta di materie prime naturali 
  • Innovazione nelle tecniche di costruzione
  • Certificazioni attualmente disponibili 

Non solo le nuove costruzioni, ma anche le ristrutturazioni degli edifici esistenti possono essere condotte in ottica sostenibile ed è per questo che il tema, alla luce dei numerosi bonus e sgravi fiscali, è più che mai attuale. 

Parleremo di:

Perché il settore dell’edilizia è ritenuto ad alto impatto ambientale?

L’edilizia tradizionale è uno dei settori maggiormente responsabili della crisi ambientale in quanto contribuisce:

  • Al consumo del suolo (in aumento costante)
  • Al 36% del consumo energetico globale
  • Al 37% delle emissioni di CO2 nel mondo

Questo è quanto emerge dall’ultimo Report di Global Alliance for Buildings and Construction e le implicazioni in termini di sostenibilità sono facilmente intuibili. 

L’impatto ambientale non si limita, però, a questo in quanto vanno valutati anche il consumo di risorse, la produzione di rifiuti, polveri e altre sostanze durante la fase di cantiere.

Costruttori, architetti e ingegneri si trovano oggi di fronte alla responsabilità di costruire edifici non solo funzionali ma che si integrino nell’ambiente rispettandolo appieno.

Vediamo quindi cosa questo implica nello specifico.

Cosa vuol dire costruire in modo sostenibile?

Parlare di edilizia a basso impatto ambientale significa costruire o ristrutturare un edificio in modo ecologico, utilizzando materiali e tecniche costruttive innovative che permettono di ridurre l’impiego di risorse nuove.

La sostenibilità, invece, si esprime nel progettare costruzioni e impianti in grado di garantire un alto standard di efficienza energetica e benessere per chi abita l’edificio.

L’architettura sostenibile comporta, quindi, benefici ambientali, economici e sociali quali:

  • Miglioramento della qualità dell’aria
  • Conservazione delle risorse naturali
  • Tutela dell’ecosistema
  • Riduzione della dipendenza da fonti energetiche tradizionali
  • Miglioramento delle condizioni di vita degli abitanti

Pensare un edificio sostenibile significa valutare l’impatto ambientale e rispettare le recenti norme sul tema. 

Valutazione dell’impatto ambientale dell’edificio in tutte le fasi

Valutare l’impatto ambientale di un edificio aiuta sia a rendersi conto di quanto un’architettura sostenibile sia ormai necessaria, sia a progettare costruzioni e ristrutturazioni che rispettino gli standard dell’abitare sostenibile.

Tra i vari metodi che è possibile utilizzare per valutare la sostenibilità edilizia possiamo indicare:

  • Life Cycle Assessment: sempre più spesso impiegata anche nell’edilizia, serve a valutare l’impatto ambientale dell’intero ciclo di vita di un prodotto (in questo caso un edificio). Si può fare riferimento alle fasi di lavoro della norma ISO 14040 per fare una valutazione puntuale sia dei singoli prodotti sia dell’intera costruzione.
  • Carbon Footprint: utilizzata per valutare i singoli prodotti impiegati, serve a dare un’indicazione dell’impatto ambientale in termini di CO2 prodotta. 

Certificazioni e protocolli per l'edilizia a basso impatto ambientale

Se la valutazione ecologica è utile in fase progettuale, la certificazione di un edificio rispetto al basso impatto ambientale permette di comunicare questo aspetto virtuoso all’esterno

Tra le più note e importanti certificazioni e protocolli per la sostenibilità in ambito edilizio possiamo citare:

  • Norma ISO 14001: riguarda il sistema di gestione ambientale, come prevenzione dell’inquinamento, ridotta produzione di rifiuti, basso consumo di energia e materie prime.
  • Certificazione Ecolabel UE: prende in considerazione la qualità del prodotto, del processo e l’impatto ambientale.
  • Protocolli LEED, ITACA, BREEAM: valutano, con un sistema a punteggio, diversi parametri per decretare il livello globale di sostenibilità di un edificio. 

Ristrutturazione: come rendere un edificio sostenibile?

Come già accennato, un edificio a basso impatto ambientale non solo può essere costruito ma anche convertito grazie a un attento lavoro di ristrutturazione.

Il Bonus 110%, l’Ecobonus, il Sisma Bonus e tutte le altre agevolazioni in essere hanno proprio lo scopo di incentivare il miglioramento energetico e, quindi, abbassare l'impatto ambientale delle costruzioni

Il recupero e l’efficientamento di edifici esistenti è già un’azione di per sé sostenibile in quanto azzera il consumo di nuovo suolo e le emissioni e i consumi di un cantiere edile. 

Questo fenomeno si chiama retrofitting e alcune delle soluzioni che è possibile adottare in fase di ristrutturazione sono:

  1. Installare dei pannelli solari per risparmiare energia
  2. Coibentare il tetto per migliorare l’isolamento termico
  3. Pareti e tetti green, cioè provvisti di coperture con un manto erboso o piante 
  4. Sostituire gli infissi con nuovi in alluminio a taglio termico, che assicurano altissime prestazioni di isolamento termico e acustico con l’utilizzo di un materiale riciclabile
  5. Prediligere un pavimento in legno, materiale che trattiene calore d’inverno ed è traspirante d’estate (se di bamboo o sughero sarà anche più resistente)
  6. Installare un sistema di recupero e riciclo dell’acqua
  7. Acquistare materiali a ridotto impatto ambientale per la ristrutturazione

Cosa sono le case in bioedilizia?

È nei nuovi edifici, però, che l’innovazione nel campo dell’edilizia trova la sua massima espressione, cioè in quella che viene definita bioedilizia. 

Scegliere edifici costruiti in bioedilizia significa prediligere materiali meno inquinanti, come legno e calce, pensare ad abitazioni a ridotto consumo di energia e vivere in ambienti più confortevoli e salubri.

Un edificio in bioedilizia è pensato in maniera ecosostenibile per tutto il suo ciclo di vita, quindi anche una eventuale demolizione è progettata per essere a ridotto impatto ambientale. 

Capisaldi della bioedilizia sono:

  • Utilizzo del legno in tutte le sue varianti, dei pannelli in paglia e dei biomattoni 
  • Utilizzo di tecniche costruttive a basso impatto ambientale
  • Utilizzo del sughero come rivestimento fonoassorbente e coibentante
  • Attenzione alle prestazioni energetiche
  • Considerazione del contesto ambientale in cui si inserisce l’edificio

Gruppo Made: il punto di riferimento per l’innovazione e la sostenibilità dell’edilizia

Come hai potuto vedere ridurre l’impatto dell’edilizia per puntare a edifici sostenibili è la sfida del futuro per il settore, per garantire la tutela dell’ambiente e la salute di chi ci abita. 

Il Gruppo Made, sempre in prima linea per l’innovazione dell’edilizia, ha abbracciato da anni il progetto della riduzione dell’impronta ambientale e per questo presso tutti i nostri punti vendita puoi trovare tutti i migliori prodotti per costruire o ristrutturare la tua casa sostenibile.

Richiedi informazioni:

"*" indica i campi obbligatori

Consenso*
Consenso Marketing

Siamo a tua 
disposizione
Materiali, prodotti, soluzioni, consigli, progettisti, architetti, Showroom, per qualsiasi esigenza troveremo una soluzione su misura per te.
TROVA IL TUO PUNTO VENDITA
Entra
in MADE
Gruppo Made offre la migliore proposta di strumenti e servizi orientati all’incremento dell’efficienza delle aziende della distribuzione edile.
SCOPRI DI PIÙ

newsletter

ISCRIVITI
MADE è il gruppo per l’edilizia italiana, punto di riferimento unico 
per tutto quello che stai cercando per costruire casa.
© 2022 Made Italia S.p.a. P.IVA e CF 07793980967 • REA: MI - 1982170 • Capitale Sociale € 725.000 I.V. - Privacy Policy - Cookie Policy - Cookie Preference
usersarrow-right linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram